| Subcribe via RSS

La pietra filosofale

dicembre 30th, 2009 Posted in Spiritualità

«Vinto dalle tue insistenti preghiere, carissimo fratello, mi propongo di descriverti in questo breve trattato sull’arte nostra diviso in otto capitoli, crete regole di operazioni semplici ed efficaci e di parlarti delle vere e autentiche tinture.»

«Avendo pace con Dio, tieni sempre fisso in mente il fine della tua opera; tieni per certo che, se avrai costantemente presenti queste regole che a me furono date da Alberto Magno, non dovrai andare in cerca di re e potenti, ma invece i re e i potenti ti onoreranno. Tu sarai stimato da tutti, servendo con questa arte i re e i prelati, giacchè non solamente tu potrai aiutare costoro, ma anche tutti gli indigenti, e quanto si è ricevuto gratuitamente, non deve essere dato per nessun prezzo in eterno.»

«Queste regole siano dunque inviolabilmente custodite e sigillate nel tuo cuore; Infatti nell’altro mio libro destinato al volgo ho parlato filosoficamente, ma a te ho scritto più apertamente, come a un figlio discretissimo, confidando nel tuo silenzio».

Tommaso d’Aquino, L’alchimia ovvero Trattato della pietra filosofale. Cura e traduzione di Paolo Cortesi. Edizione integrale con testo latino a fronte. Il brano è parte del capitolo: Trattato sull’arte alchemica di Tommaso d’Aquino dato a frate Reginaldo, pg. 57.

Tags:

Leave a Reply