| Subcribe via RSS

La dodicesima illuminazione. L’ultima, fino alla prossima

aprile 30th, 2011 Posted in Ricette, Spiritualità, Trasmissioni tv

James Redfield, l’autore americano del celeberrimo La Profezia di Celestino, nonchè della Decima Illuminazione e dell’Undicesima Illuminazione – oltre alla Guida alla profezia di Celestino e la Guida alla Decima Illuminazione – ha appena dato alle stampe la sua ultima fatica letteraria: La dodicesima illuminazione. L’ora del risveglio, tradotto da Luisa Ravetta e pubblicato in Italia da Corbaccio (€ 18,60).

La Dodicesima notte è un polpettone di 308 pagine di facilissima lettura, attesissimo in tutto il mondo da almeno una decina di milioni di lettori amante del genere, in cui gli eroi dei precedenti romanzi trovano stralci di un antico Documento che potrebbe salvarli dagli Apocalittici, in grado di accelerare l’arrivo dell’Armageddon che scatenerebbe un conflitto planetario ponendo la parola fine alla storia dell’Uomo sulla Terra. L’avventura dei protagonisti si conclude con un messaggio di pace a conferma della veridicità, appunto, della Dodicesima Illuminazione.

Qui di seguito trovate qualche passo del libro di James Redfield:

«(…) Quando raggiungiamo la certezza interiore di aver fatto delle autentiche esperienze spirituali, a quel punto dobbiamo viverle nella loro pienezza e senza nasconderci, e dobbiamo raccontarlo a tutti, perché se esiste veramente un’influenza – e io credo che ci sia – questa aiuterà ciascuno di noi a raggiungere più velocemente un livello superiore di consapevolezza nell’ambito della nostra esperienza spirituale» fa dire Redfield a Coleman, uno dei protagonisti del romanzo. Personaggio che assicura anche che «i gruppi sono il modo migliore di porcedere: nel momento in cui una persona raggiunge una nuova forma di consapevolezza, gli altri la vedono e la percepiscono, e in breve tempo in ciascuno di loro si attiva la stessa regione cerebrale. Così facendo, tutti ricevono una prova immediata. Si tratta del processo che si cela dietro l’idea di un contagio positivo della consapevolezza».

Leave a Reply