| Subcribe via RSS

Letture per le vacanze

Ultimi giorni, questi di luglio, per comperare i libri da mettere in valigia.

La casa editrice Corbaccio propone Il potere autentico delle relazioni. Il segreto di una perfetta armonia, di Gary Zukav.

Secondo Zukav – americano del Midwest, laurea in relazioni internazionali a Harvard, e poi in psicologia;, ex ufficiale delle Forse Speciali dell’esercito degli Stati Uniti in Vietnam – l’umanità si trova di freonte a una rivoluzione copernicana. Gli esseri umani che basano la loro esistenza sulla realtà fisica, sui loro cinque sensi, stanno per scomparire. Si moltiplicano invece coloro che hanno una maggiore attenzione alla vita interiore. Una nuova “specie” che percepisce distintamente la propria anima. Se i primi vivono per soddisfare i propri bisogni, i secondi hanno come unico obiettivo la crescita spirituale attraverso la multisensorialità. Gli esseri umani multisensoriali, la nuova umanità, conosceranno e applicheranno le Tre Leggi dell’Universo: quella universale della creazione, quella di causa-effetto, e quella dell’attrazione.

Zukav ccrede che tutti noi saremo chiamati a progredire e a evolvere per trasformare la nostra interiorità attraverso un percorso di consapevolezza che il lettore può sperimentare durante la lettura. Cambiamento che porterà l’umanità a incontrare e possedere l’autentico potere spirituale.

Zukav ha pubblicato besteseller quali La danza dei maestri Wu Li la fisica quantistica spiegata in modo comprensibile a tutti, vincitore dell’American Book Award for Science (Corbaccio e Tea); Una sedia per l’anima, Da anima ad anima e, come coautore, Il cuore dell’anima e La mente dell’anima. Con Linda Francis ha fondato il Seat of the Soul Institute.

L’altro libro da portare in vacanza è La nuova biologia della salute. Finalmente la soluzione che stavamo aspettando di Matt Traverso, pubblicato in Italia da Tecniche Nuove.

Per chi si occupi professionalmente di salute e benessere, il volume non aggiunge nulla di particolarmente nuovo, ma è molto utile e chiaro per chi affrontasse l’argomento per la prima volta. In questo caso va letto subito, in vacanza appunto, per evitare errori di alimentazione fin dai prossimi giorni. Perché il libro è una sorta di mini-enciclopedia – meno di 150 pagine e copertina morbida – con tanto di bibliografia, indirizzi di medici olistici da consultare in Italia, e con una dettagliatissima tabella dedicata all’alcalinità dei cibi.

Traverso invita infatti a «dimenticare tutto quello che pensi di sapere sulla salute. La maggior parte delle cose che sai e che pensi di sapere sono sbagliate. Sfatiamo insieme questi miti che ci stanno uccidendo come società». Come direbbe George Orwell – tra l’altro citato dall’autore – in tempi di inganni universali, dire la verità è un atto rivoluzionario. E quale sarebbe questa verità? Che la salute viene da dentro, e si perde sempre a partire da dentro. Un adagio che le nostre nonne conoscevano bene e che è valido ancora oggi.

Ha perfettamente ragione Traverso. L’origine di molti dei nostri problemi di salute è nascosta in ciò che mangiamo.

Tags: , , , , , , ,

Estate zen

Via dei Crollalanza, a Milano, tra il Naviglio Grande e la circonvallazione esterna, nasconde un gioiello: un monastero zen. Si chiama Enso-Ji, il Cerchio. Un monastero in piena regola con tanto di scuola zen Shiatsu.

Ideatore e deus ex machina è Carlo Tetsugen Serra, milanese autentico. Alter ego, Rosa Myoen Raja. Entrambi sono fondatori della sezione milanese “Religioni per la Pace” e del Forum delle religioni di Milano.

Da anni, limitatamente al tempo libero, frequento di tanto in tantoi il Monastero Enso-Ji,. È uno dei luoghi più accoglienti che conosca, dove ti senti a casa appena entri, dove non ti senti giudicato, gurdato, osservato. Sembra facile essere un maestro, un monaco o una monaca zen, ma non è come sembra. Tanto per cominciare si lavora sodo, con ordine e in silenzio, cosa che rende tutto più facile e produttivo: nulla è lasciato al caso.

Un mese fa, in occasione della presentazione a Milano del mio libro La mano che cura, speravo di incontrare, oltre al Maestro Serra, anche Rosa Myoen Raja, ma non è stato possibile. Perché? «Myoen si scusa ma fa quello che di solito si fa in monastero zen: lavora», mi dice con un sorriso di soddisfazione il Maestro Serra. Né potrebbe essere diversamente, visto il successo della Scuola, la fondazione di un altro monastero, a Berceto, sulle colline sopra Parma, e, solo per citarne uno, il programma per l’estate 2011. Programma che riporto per intero nonostante gli appuntamenti di alcuni seminari siano già passati, perché sono fonte di informazione e perché danno la dimensione della serietà e della professionalità di Carlo Tetsugen Serra, di Rosa Myoen, dei professionisti e dello staff che li circonda.

La foto qui sotto ritrae il Maestro Serra in un atteggiamento molto compunto. Ma non bisogna lasciarsi ingannare perché è capace di slanci calorosi e affettuosi come non ci si aspetterebbe mai da un maestro zen. Sorpresi? «No, lo Zen è anche questo», mi dice Serra con aria faceta, «tanto più che nessuno se l’aspetta». Quando si dice “non giudicare”, né essere prevenuto di fronte a ciò che non si conosce.

Maestro Carlo Tetsugen Serra

l Maestro Tetsugen Serra ha compiuto il suo training di pratica monastica al Monastero Tosho-Ji in Giappone con il Maestro Tetsugyu Soin e ricevuto il Dharma che lo riconosce Maestro Zen nel lignaggio di Harada Roshi. In Italia ha fondato il monastero Zen di Milano Enso-Ji Il Cerchio e l’eremo Zen di Montagna Sanbo-Ji Tempio Zen dei Tre Gioielli, a Berceto, in provincia di Parma. Tetsugen Serra si è diplomato Master Zen Shiatsu alla Scuola di Shizuto Masunaga a Tokyo e al ritorno in Italia ha aperto la Scuola Zen di Shiatsu® trasformando lo Shiatsu in viva pratica Zen. Il Maestro è inoltre il fondatore del Centro Terapie Zen Shiatsu di Milano, dove operano e lavorano i monaci del monastero Enso-Ji Il Cerchio. Il Maestro Tetsugen è stato membro del Consiglio Direttivo della Unione Buddhista Italiana ed è autore di numerosi libri e articoli sullo Zen e lo Zen Shiatsu.

Statua di Buddha al Monastero Sanboji, eremo di montagna

 

VACANZE ZEN A SANBO-JI TEMPIO DEI TRE GIOIELLI

Da giugno a settembre 2011 un ricco programma di attività e seminari, per il

riposo del corpo e dello spirito, anima l’estate dell’eremo Zen di montagna Sanbo-Ji,

nella frazione di Pagazzano, a Berceto (Pr)

 

Nel naturale e incontaminato panorama dell’Appennino Tosco-Emiliano della provincia di Parma, a 10

kilometri da Berceto, sorge Sanbo-Ji Tempio dei Tre Gioielli, un luogo residenziale di pratica Zen

aperto a tutti e durante l’intero arco dell’anno.

Da giugno a settembre, un fitto calendario di seminari, corsi, laboratori e ritiri occupa le giornate degli

ospiti di Sanbo-Ji che possono arricchire il proprio soggiorno insieme ai residenti e ai monaci buddhisti zen

scegliendo tra: seminario di calligrafia estremo-orientale con Maestri riconosciuti dalle più importanti

autorità accademiche cinesi, giapponesi e coreane; seminario di qi gong in perfetta sintonia con la natura

circostante; corsi di studi, pratica, teoria e filosofia zen; seminario di meditazione e cucitura zen

del Kesa/manto del Buddha; seminario di massaggio taoista Fan Guan; corso completo di Zen

Shiatsu; ritiro di meditazione Zen Kai e Monogatari.

Corso di calligrafia all’Eremo di Berceto

Chiunque desiderasse trascorrere qualche giorno, una settimana, un mese o più a contattato con la natura

e lontano dalle distrazioni del vivere metropolitano, troverà nell’Eremo Zen di Berceto il luogo ideale per

ritornare al proprio silenzio. Tutti gli ospiti potranno vivere con consapevolezza ogni istante della

propria permanenza al Tempio, dal suono della campana che riecheggia nella valle annunciando il nuovo

giorno al momento di convivialità serale che chiude le attività della giornata.

I pasti sono prevalentemente vegetariani, preparati con cura scrupolosa nel rispetto dell’equilibrio

energetico. Un piccolo orto all’interno del monastero di Parma fornisce un certo numero di ingredienti, la

cui qualità, insieme alla limitazione degli sprechi e all’attenzione per la disposizione dei cibi, rappresentano

le caratteristiche fondamentali della cucina zen.

La sistemazione degli ospiti rispetta lo stile abitativo del luogo: arredamento semplice realizzato con

materiale locale e camere condivise con gli altri ospiti e separate nella zona notte maschile e femminile.

Gli spazi ampi di cui gli ospiti possono godere liberamente rispecchiano il tradizionale stile dei monasteri

zen, come il giardino Zen e la sala di 250mq arredata con tatami giapponesi e cuscini zafu.

Per chi desiderasse perdersi nella natura, il territorio della provincia di Parma regala magiche

escursioni tra i boschi, le montagne e il parco naturale dei Cento Laghi.

Maestro Tetsugen Serra

Il Maestro Tetsugen Serra ha compiuto il suo training di pratica monastica al Monastero Tosho-Ji in

Giappone con il Maestro Tetsugyu Soin e ricevuto il Dharma che lo riconosce Maestro Zen nel lignaggio di

Harada Roshi. In Italia ha fondato il monastero Zen di Milano Enso-Ji Il Cerchio e l’eremo Zen di Montagna

Sanbo-Ji Tempio Zen dei Tre Gioielli, a Berceto, in provincia di Parma. Tetsugen Serra si è diplomato Master

Zen Shiatsu alla Scuola di Shizuto Masunaga a Tokyo e al ritorno in Italia ha aperto la Scuola Zen di

Shiatsu® trasformando lo Shiatsu in viva pratica Zen. Il Maestro è inoltre il fondatore del Centro Terapie

Zen Shiatsu di Milano, dove operano e lavorano i monaci del monastero Enso-Ji Il Cerchio. Il Maestro

Tetsugen è stato membro del Consiglio Direttivo della Unione Buddhista Italiana ed è autore di numerosi

libri e articoli sullo Zen e lo Zen Shiatsu.

VACANZE ZEN ESTATE 2011

A SANBO-JI TEMPIO DEI TRE GIOIELLI

Monastero Zen di montagna a Berceto (Pr)

PROGRAMMA GIUGNO/SETTEMBRE 2011

 

Dal 4 al 5 giugno

Seminario di CALLIGRAFIA ESTREMO ORIENTALE

Con l’Associazione Feimo-Contemporary Calligrafy

Aperto a tutti e per tutti

 

Costo € 110 + € 60 di vitto e alloggio per entrambi i giorni

Inizio seminario h 10.30

Fine seminario h 16.00

Tenuto da: Nicola Piccioli, Paola Billi e Maestro Tetsugen Serra

Il seminario sarà incentrato sullo studio di una poesia zen, alla quale ognuno lavorerà secondo le

proprie capacità fino alla realizzazione di un’opera in corsivo folle, il più liberatorio stile di scrittura

praticato dai calligrafi asiatici. Il Maestro Zen Tetsugen condurrà delle sessioni di meditazione

durante il seminario per meglio esprimere la propria libertà interiore attraverso il gesto della

calligrafia.

Il seminario è tenuto dai docenti Nicola Piccioli e Paola Billi, , riconosciuti dalle più importanti

autorità accademiche cinesi, giapponesi e coreane, e dal Maestro zen Tetsugen Serra Abate dei

monasteri Enso-ji e Sanbo-ji.

 

Dal 25 al 26 giugno

Seminario di QI GONG

Il Fuoco e il Cuore

Aperto a tutti e per tutti

 

Costo € 130 comprensivo di vitto e alloggio

Inizio seminario h 14.30

Fine seminario h 16.00

Tenuto da: Myoko Angela Lapadula Bodhisattva Zen, graduata al London

College of Traditional Acupuncture & Oriental Medicine. Operatrice Zen

Shiatsu, Agopuntrice

RESPIRAZIONE E ASCOLTO PROFONDO:

Imparare a inviare il Qi, “Energia Vitale”, al secondo chakra o Punto Del Cuore di Energia

nell’addome, per raggiungere il nostro Centro e ottenere stabilità forza e calma.

CON LE STELLE:

Zen Qi con le stelle, per connettere con il Qi Celeste

NOI E GLI ALBERI:

Impariamo a entrare in sintonia col Qi della natura e degli alberi per prendere contatto profondo

col cielo e la terra.

Gli spazi verdi del Tempio offrono un luogo rilassante, dove poter trascorrere il tempo di

intervallo tra una sessione di Qi Gong e l’altra.

Angela Myoko Lapadula

 

Dal 9 al 10 luglio

Corso di STUDI E PRATICA ZEN

Pratica, teoria e filosofia

Aperto a tutti e per tutti

Costo € 130 comprensivo di vitto e alloggio

Inizio corso h 10.30

Fine corso h 16.00

Tenuto da: Maestro Tetsugen Serra

STUDIO E PRATICA DEL CUORE DELLO ZEN:

I Sutra : i più importanti insegnamenti zen del Buddha.

I koan : storie Zen paradossali, come lavorano nella meditazione, da dove nascono e dove portano

il meditante. Tra Soto e Rinzai: Shin Dogen Shu, la nuova scuola di Dogen.

IL CORPO E LA MENTE NELLA MEDITAZIONE ZEN:

Fisiologia, anatomia ed energetica della meditazione zen, oltre il tempo e lo spazio.

 

Dal 15 al 17 luglio

Seminario di MEDITAZIONE e CUCITURA ZEN

Il Filo rosso dello Zen che ci unisce tutti: Namu Kie Butsu (taking refuge in the Buddha)

Aperto a tutti e per tutti

 

Costo:

da venerdì a domenica € 130

da sabato a domenica € 120

vitto e alloggio € 20 al giorno

Inizio seminario h 10.30

Fine seminario h 16.00

Tenuto da: Maestro zen Tetsugen Serra e dall’ artista ed esperta di cucitura di

vesti giapponesi tradizionali Margareth Bacher

“Se apriamo le mani, possiamo ricevere ogni cosa.

Se siamo vuoti, possiamo contenere l’universo”

Fukudenkai, la cucitura, da sempre è una tra le più importanti pratiche meditative dello Zen.

Durante questo seminario mediteremo e cuciremo il manto del Buddha.

Il Kesa/manto del Buddha riproduce il disegno di un campo di riso. Gli antichi monaci

raccoglievano pezzi di stracci usati, li lavavano, li tingevano e li trasformavano nel manto

dell’Illuminazione.

La cucitura zen è una forma di meditazione per mantenere un corretto atteggiamento mentale di

presenza e consapevolezza.

Cuciremo un Kesa intero di nove bande, con pezzi di tessuto diversi come un dipinto collettivo.

Meditazione zen, cucitura tradizionale zen, pasti in consapevolezza e incontri personali con il

Maestro Tetsugen Serra.

 

Dal 22 al 24 luglio

Seminario FAN GUAN

L’antica tecnica Taoista del Massaggio Energetico

Aperto a tutti e per tutti

 

Costo € 90 + € 50 di vitto e alloggio per tutti i tre giorni

Inizio seminario h 15.00

Fine seminario h 16.00

Tenuto da: Maestro Tetsugen Serra, Jogen Luisa (Massaggio Energetico Yuki),

Angela Myoko Lapadula (applicazione Moxa)

A tutti i praticanti verrà rilasciato:

Diploma trattamento FAN GUAN

Energetico e Moxa

riconosciuto dalla Scuola Zen di Shiatsu®

Attraverso l’uso della Moxa, l’antica arte di terapia del calore-erba artemisia

e la canalizzazione energetica Yuki, impareremo il Massaggio Taoista “Fan Guan”.

Un trattamento facile, completo ed efficace, applicabile a tutti per un riequilibrio generale e per

trattare zone specifiche del corpo.

Tre giorni di pratica in armonia, immersi nell’antica conoscenza taoista a contatto con il Maestro

Tetsugen e gli insegnanti della Scuola Zen di Shiatsu.

Programma:

· Apprendimento dell’uso della Moxa in bastoncini

· Studio dei Meridiani energetici Straordinari- Primari-

· Pratiche di sviluppo e canalizzazione energetica

· Apertura dei 3 Tantien/3 Chakra Principali

· Meditazione Zen

 

Dal 2 al 7 agosto

CORSO COMPLETO PER IMPARARE LO ZEN SHIATSU

Scuola Zen di Shiatsu®

Aperto a tutti

 

Costo € 300 + € 120 di vitto e alloggio da martedì a domenica

Inizio corso h 11.00

Fine corso h 16.00

Tenuto da: Maestro Tetsugen Serra (fondatore della Scuola Zen di Shiatsu e

della FZS-Federazione Zen Shiatsu), Myojo Michela Visone (Master Zen

Shiatsu), Ryugen Marco Scorbatti (Master Zen Shiatsu)

A tutti verrà rilasciato:

Attestato di Corso di Zen Shiatsu

riconosciuto dalla Scuola Zen di Shiatsu®

Il Maestro Tetsugen Serra, assieme a Ryugen e Myojo, vi introdurranno nel mondo dello Zen

Shiatsu, dove imparerete i trattamenti base a livello fisico ed energetico, uno strumento di

conoscenza per voi stessi e per aiutare gli altri.

Alla Scuola Zen di Shiatsu®, lo Shiatsu si arricchisce dello spirito e della filosofia zen, portando lo

Shiatsu su di un livello non solo fisico ed energetico, ma anche di ricerca personale, con

particolare sviluppo e attenzione all’ascolto dell’altro non più come altro, ma come parte del

proprio Universo.

Sin dalla prima lezione, l’allievo si immerge direttamente nella pratica , teoria e filosofia

dell’affascinante mondo zen e Zen Shiatsu. Un corso pratico.

 

Dal 12 al 14 agosto

Ritiro di ZEN FERRAGOSTO

Zen Kai

Aperto a tutti

 

Costo € 90 + € 50 di vitto e alloggio per tutti i tre giorni

Inizio seminario h 10.00

Fine seminario h 16.00

Tenuto da: Maestro Tetsugen Serra

Il Ritiro zen ti offre la possibilità di praticare la meditazione seduta zazen e di gioire di una

meditazione camminata nella natura, di condividere e di ascoltare le parole di saggezza del

Buddha, e di confrontare le nostre esperienze direttamente con gli insegnamenti del maestro

Tetsugen Serra. Un ritiro nella presenza mentale per praticare se stessi perché trovare se stessi e’

trovare il dialogo e l’armonia con tutti.

Il ritiro e’ adatto anche a chi si accosta per la prima volta alla meditazione.

Programma:

Meditazione Zen

Meditazioni camminate nella natura

Pratiche di lettura personale

Insegnamenti del Maestro

Condivisione della Consapevolezza

Pasti in consapevolezza vegetariani

Incontri personali con il Maestro Tetsugen

Il Ritiro è aperto a tutti, particolarmente indicato per chi inizia a meditare e vuole trascorrere due

giorni di ascolto interiore, in semplicità e armonia con se stesso e con la natura circostante.

 

Dal 19 al 21 agosto

MONOGATARI: le nostre emozioni attraverso lo Zen

Liberarsi e conoscere se stesso

Aperto a tutti per tutti

 

Costo € 90 + € 50 di vitto e alloggio per tutti i tre giorni

Inizio seminario h 11.00

Fine seminario h 16.00

Tenuto da: Maestro Tetsugen Serra

In giapponese Monogatari significa favola ,racconto ed e’ strettamente legato alla nostra storia

interiore. Attraverso l’uso di un koan personale e l’aiuto del Maestro, impareremo a liberare e

rappresentare le nostre emozioni con ogni espressione: dalla voce, al corpo, dal disegno alla

meditazione. L’emozione racchiusa nel nostro Koan per conoscere sempre più noi stessi e

imparare a vivere gli altri.

Cosa è un Koan zen? È una frase paradossale, una storia zen, una domanda del maestro.

Tre giorni di incontri, condivisioni, camminate silenziose nella natura e ritiri solitari nel bosco in

meditazione, momenti per esprimere e momenti per ascoltare e momenti per essere se stessi.

 

Dal 2 al 4 settembre

LA FORMA INFORMALE DELLO ZEN

Per tutti anche bambini.

Un incontro speciale per trascorrere tre giorni di pace e serenità, praticando la

consapevolezza del vivere, insieme al Maestro Tetsugen, a tutti gli ospiti, e ai

Monaci Zen di Sanboji.

 

Costo:

€ 130 comprensivo di vitto e alloggio per tutti i tre giorni

€ 110 comprensivo di vitto e alloggio per 2 giorni

I bambini sotto i sette anni non pagano

I bambini dagli 8 agli 11 anni pagano la metà

Inizio h 10.30

Fine h 16.00

Laboratori zen:

Meditazione Zen aperta a tutti, anche ai bambini

Massaggio Zen

Haiku-poesia giapponese

Disegnare con l’occhio Zen- cogliere la forma

Piccoli esercizi energetici Taoisti

Letture del Buddha, insegnamenti del Maestro

 

Dal 24 al 25 settembre

Corso di STUDI E PRATICA ZEN

Pratica, teoria e filosofia

INCONTRO CON GLI ANTICHI MAESTRI ZEN

Far rivivere la loro Pratica attraverso gli insegnamenti del Maestro Tetsugen

Aperto a tutti per tutti

 

Costo € 130 comprensivo di vitto e alloggio

Inizio corso h 10.30

Fine corso h 16.00

Tenuto da: Maestro Tetsugen Serra

Riassunto generale: la storia del Buddismo Classico e Zen.

Incontreremo viso a viso l’energia dei grandi Maestri Zen, dialogando e camminando sotto

braccio con gli antichi Patriarchi dello Zen.

Due giorni di insegnamenti e di viva pratica zen, nell’armonia della splendida cornice naturale

dell’Eremo di montagna Sanbo-ji.

La prenotazione è obbligatoria almeno 2 settimane prima rispetto alla data d’inizio.

Per il semplice soggiorno è preferibile l’arrivo al mattino.

Il costo giornaliero del soggiorno, PER CHI NON PARTECIPA AI SEMINARI, è di € 45,00 e comprende:

vitto, alloggio e le consuete attività quotidiane del monastero (meditazione, insegnamenti del Maestro e

pratiche energetiche), esclusi i seminari.

Bambini sino a 7 anni non pagano. I bambini dagli 8 agli 11 anni pagano la metà

Pensionati e iscritti ai corsi della Scuola Zen Shiatsu hanno diritto al 10% di sconto.

Si consiglia un abbigliamento comodo, lenzuola o sacco a pelo e asciugamani.

Sanbo-Ji Tempio dei Tre Gioielli Eremo Zen di Montagna

Località Pradaiolo, 27 – Pagazzano

43040 Berceto (Pr)

Tel. 0525 60296 – 02 8323652 – 333 7737195

 

www.monasterozen.it

Tel. 028323652 – 052560296

cell.3337737195

www.facebook.com/pages/Monastero-Zen-Il-Cerchio/207516970910

twitter.com/zencerchio

www.flickr.com/photos/zencerchio

www.youtube.com/MonasteroZen

zencerchio.wordpress.com

 

Ufficio Stampa: Nunzia Vallozzi – Enjoy More

Tel. 02 42297552 Cell. 3472969334 nunzia.vallozzi@enjoymore.it

Tags: , , ,

Contaminazioni: un genere nuovo e necessario

luglio 6th, 2011 | No Comments | Posted in Felicità, Libri, Psicologia, Sorriso, Spiritualità

Religioni, psicoterapie, counselling filosofici si propongono all’Uomo di oggi come differenti risposte al male di vivere, ciascuna con la pretesa di essere ciò che può efficacemente funzionare, scrive Massimo Diana, docente di Psicologia della Diocesi di Novara, nel risvolto di copertina del suo libro: Contaminazioni necessarie.

Massimo Diana

Abbiamo bisogno della filosofia perchè solo essa conosce a fondo l’Uomo. Abbiamo bisogno della psicologia perché senza di essa non siamo in grado di svelare le dinamiche e le radici profonde dell’angoscia e il mondo oscuro dell’inconscio. Ma la psicologia, sradicata dalle sue origini filosofiche e mitico-religiose rischia, a sua volta, di perdere l’anima riducendola a mente o, più radicalmente ancora, a cervello. Questo le preclude la possibilità di comprendere a fondo il desiderio dell’Uomo e quel bisogno che solo una prospettiva assoluta o metafisica è in grado di colmare. Allora sono necessarie anche le religioni perché solo esse offrono una risposta definitiva all’angoscia, una risposta che consiste nell’esperienza di una relazione assoluta con l’Assoluto. Un’esperienza che ha bisogno del supporto delle immagini del Mito e si può sperimentare solo nella mediazione del Rito. Ma le religioni, misconoscendo l’inconscio, corrono il rischio di proiettare e reificare le immagine archetipiche e i simboli da cui hanno origine, riducendole a dogmi e dottrine in opposizione, incapaci di parlare all’Uomo del Terzo Millennio. Ecco perchè solo una contaminazione feconda tra filosofia, psicologia e religione può costituire un’efficace risposta al bisogno profondo del cuore umano.

Massimo Diana, Contaminazioni necessarie. La cura dell’anima tra religioni, psicoterapia, counselling filosofici Moretti & Vitali Editori, Bergamo, 2008

Tags: , , , ,

Massaggio da ufficio: una rilassante novità

Il metodo di massaggio che ho messo a punto  – scrive il dottor Giovanni Leanti La Rosa con la collaborazione del giornalista, e ora anche massaggiatore, Fabrizio Buratto* nel suo libro Massaggio da ufficio – si fonda sull’ascolto continuo dell’altro, dunque non segue alcuno schema predefinito. Le manipolazioni e le manovre possono risultare invasive, mentre le manualità sono meno profonde e non vengono subite dal massaggiato. E poi, a nessuno piace essere manipolato, né in senso metaforico, né in senso fisico.

Le manualità non sono da seguire necessariamente nell’ordine in cui le trovate in queste pagine, poiché la sequenzialità dei passaggi dipende dal contesto, dal tempo a disposizione e dai problemi del massaggiato. Se un nostro collega lamenta dolori alla mano destra per l’eccessivo uso del mouse, possiamo fargli un massaggio veloce di due o tre minuti, avvicinandoci con la sedia alla sua scrivania. I tempi del massaggio, nei luoghi di lavoro dove la pratica del massaggio da ufficio è già stata o verrà introdotta, sono stabiliti dall’azienda, ma è immaginabile e auspicabile che, una volta assorbita la cultura del massaggio, scambi di breve durata possano avvenire anche in momenti diversi da quelli regolamentati.

Il massaggio non può essere una pratica rigida perché massaggiare non è una tecnica, bensì una forma di comunicazione finalizzata alla cura. Ciascun massaggio va calibrato su misura a seconda di chi lo riceve, senza che risulti fastidioso o doloroso né per il massaggiato, né per il massaggiatore. Il massaggiato deve ricavarne sollievo, mentre un massaggio che provoca dolore è un massaggio cattivo.

Anche per il massaggiatore sono da evitare posture scomode o innaturali. Se fatto senza seguire un accorgimento fondamentale, anche il massaggio da ufficio, come qualsiasi altro tipo di massaggio pur leggero, può risultare dannoso per chi lo somministra. Nel corso degli anni, ho incontrato moltissimi massaggiatori che lamentavano problemi alle mani, alle articolazioni, alle spalle, essi stessi bisognosi di massaggi. L’errore che commettevano era di usare la loro forza, invece della forza che tutti noi abbiamo a disposizione gratuitamente: quella di gravità. Il massaggiatore deve appoggiarsi al massaggiato calibrando il peso del suo corpo. In questo modo ottiene tre ottimi risultati senza sforzo: 1) fa stretching, ora aggrappandosi, ora appoggiandosi al corpo del massaggiato; 2) con le mani in appoggio aumenta la capacità di “ascolto” del massaggiato; 3) si rilassa prendendo respiri lunghi, che tendono a sincronizzarsi con quelli del massaggiato.

Quante volte mi sono sentito domandare:“Dottore, anch’io posso imparare a massaggiare?”. Ma certo! Per diventare massaggiatori esperti, e consapevoli di quel che facciamo sul corpo delle altre persone, non ci vuole la laurea in Medicina. Inoltre, il massaggio antistress da ufficio, essendo leggero, mai troppo profondo, non presenta alcuna controindicazione. Basta seguire due avvertenze: stare in ascolto dell’altro e usare il buon senso. Senza dimenticare che ciascuno di noi possiede l’istinto prenatale del tocco e del contatto, come dimostra lo studio sulla vita intrauterina dei gemelli omozigoti citato in chiusura della Parte I.

Siamo tutti massaggiatori intuitivi: ci abbracciamo, ci facciamo le coccole nell’intimità, accarezziamo i nostri bambini. Il corpo si esprime fondamentalmente attraverso il piacere e il dolore, e dobbiamo ritornare ad ascoltare – in noi stessi e negli altri – queste due antiche sensazioni conosciute tanto bene dai bambini: mi piace, non mi piace. Con il massaggio risvegliamo la nostra parte infantile poiché torniamo a utilizzare lo strumento di esplorazione del mondo che usavamo quando ancora non sapevamo parlare: il contatto. Nel massaggio, il bambino e l’adulto in noi si incontrano e si riconciliano: voglio il mio bene (parte bambina) e voglio il tuo bene (parte adulta).

*Fabrizio Buratto, giornalista e scrittore

Da “Il Massaggio da ufficio – Prevenzione e cura dello stress da lavoro”, Urra-Apogeo, Milano, 2011. Introduzione della seconda parte del libro, dedicata alle manualità del massaggio da ufficio, illustrate con fotografie e didascalie.

Copyright © 2011 Urra-Apogeo s.r.l.

Tags: , ,

“La mano che cura”

Martedì 7 Giugno si è tenuta presso la Sala Bocconi del Circolo della Stampa di Milano, in Corso Venezia 48, la presentazione del mio libro “La mano che cura”, pubblicato da Marsilio Editori nella collana “Mestieri d’Arte”, promossa e sostenuta dalla Fondazione Cologni con il prezioso contributo di Banca BSI. (Foto) (Video)

Lina Sotis, giornalista del Corriere della Sera e gran signora del bon ton meneghino, insieme a Cesare de Michelis (Presidente di Marsilio Editori) e a Franco Cologni (Presidente della Fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte), ha accolto gli ospiti che hanno preso parte alla presentazione: oltre a me sono saliti sul palco anche tre dei maestri del massaggio da me intervistati:  Stefania Kudrat Floreani (specialista del massaggio Bach), Giovanni Leanti La Rosa (specialista del massaggio antistress) e Carlo Tetsugen Serra (zen shiatsu).

Agli oltre duecento ospiti che hanno affollato la sala Bocconi del prestigioso circolo milanese, tra i quali vi erano anche più della metà dei “guru” presentati nel libro,noi relatori abbiamo restituito l’importanza e la profonda umanità di una pratica antica quale quella del massaggio, nelle sue diverse valenze curative ma anche filosofiche.

Il libro  è disponibile presso le migliori librerie italiane e sul sito marsilioeditori.it

Tags: , , , , , , , , , , , , , , ,

L’Uomo e la sua immensità

giugno 18th, 2011 | No Comments | Posted in Felicità, Psicologia, Ricette, Sorriso, Spiritualità

Quando ti accorgerai che sei umano?

Almeno una volta durante la tua vita?

Il giorno che ti ricorderai che sei umano diverrai divino, e la dualità si allontanerà.

Diventerai prospero e le opportunità ti si mostreranno.

Diventerai ricco senza aver bisogno di essere agiato.

Come essere umano sei illimitato.

Puoi capire il linguaggio di tutto, dalla pietra alla montagna, all’uccello e al verme.

Questa immensità ti può portare tutta la felicità che hai bisogno.

Questo è il tuo compimento.

Questo è il tuo adempimento.

Yogi Bhajan

YOGA FESTIVAL: 26 LUGLIO – 3 AGOSTO 2011, FONDJOUAN, FRANCE

Tags: , , ,

Ombra, tra guai e sconfitte

giugno 11th, 2011 | No Comments | Posted in Felicità, Psicologia, Ricette, Sorriso, Spiritualità

L’ombra non ha mai creato alcun problema a nessuno;

se però inizi ad aver paura della tua stessa ombra, allora sarai nei guai.

E se inizierai a lottare con la tua ombra,

la tua sconfitta sarà inevitabile.

Osho

 

Tags: , ,

La luce e il nulla, Tadao Ando e lo zen

giugno 6th, 2011 | No Comments | Posted in Spiritualità, Storie Giappone

Anche a giugno Tiziano Tosolini, missionario saveriano a Osaka, in Giappone, amico caro e vecchia conoscenza di questo sito, mi ha mandato la versione elettronica dei Quaderni del Centro Studi Asiatico, di cui è direttore.

Sono da tempo, non a caso, una fan di Tiziano, e ho spesso scritto di lui perché il suo sguardo sul Giappone è veramente particolare e privo di giudizio. Osserva e riporta: un sociologo e un giornalista di primordine, si potrebbe dire, anche se si occupa a tempo quasi pieno di filosofia, con il beneplacito della Missione, e dei Quaderni, naturalmente. Cose che capitano ai fuoriclasse.

Riporto, autorizzata, il suo articolo, Il nulla assoluto come preludio al divino, un capolavoro di stile, oltre che di pensiero.

Il nulla assoluto come preludio al divino

La scuola filosofica di Kyoto (fondata da Nishida Kitarō e proseguita con pensatori della statura di Tanabe Hajime e Nishitani Keiji) ha influenzato con la sua idea di «nulla assoluto» non solo studiosi di etica giapponese come Watsuji Tetsurō, cultori di estetica come Kuki Shūzō, interpreti e specialisti dell’influenza dello Zen sulla cultura giapponese come Hisamatsu Shin’ichi o teologi cristiani come Takizawa Katsumi e Mutō Kazuo, ma anche architetti famosi come Tadao Ando (1941).

I principi a cui si richiama questo artista minimalista ce li illustra lui stesso con queste parole: «L’architettura deve essere un luogo dove viviamo e moriamo, dove pensiamo alla vita e alla morte, al mondo di questa vita e al nirvana (nehan). Mediante l’architettura ricordiamo coloro che sono morti e ci risvegliamo alla realtà della nostra caducità». È quindi facile capire come mai Tadao abbia trovato in Nishida un ispiratore per i propri progetti e opere. Il «luogo» appena menzionato, infatti, corrisponde a quel locus o topos che Nishida aveva posto al centro delle sue riflessioni filosofiche sul nulla assoluto, cioè a quel «luogo» inteso come un universale che fa emergere tutte le operazioni della coscienza, quello sfondo su cui si riflettono e sono collocati sia la realtà dei fenomeni che l’autoconsapevolezza del soggetto. Il luogo del nulla assoluto, per Nishida, è quell’orizzonte incondizionato ed infinito che contiene e costituisce ogni forma o figura; nel contempo, questa stessa forma non è altro che una determinazione e concretizzazione del luogo stesso. Come egli scrive: «L’esistenza del sé è un’esistenza che è posta in tale luogo… La riflessione non è altro che l’attività di questo luogo che riflette sé stesso in sé stesso. Tutte le operazioni della nostra coscienza possono essere comprese a partire da questo luogo».

Armonia e Arte del massaggio

Presentazione del mio nuovo libro

La mano che cura.

Dialoghi con i maestri del benessere.

Marsilio Editori, a cura Fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte

Tecnica, mano e cuore nell’arte del massaggio:antichi riti, nuovi saperi

ad Armonia (Castello di Belgioioso, PV)

Domenica 5 giugno alle ore 12, nel Salone da Ballo del Castello di Belgioso, nel giorno conclusivo di Armonia, l’importante rassegna dedicata delle discipline bio naturali, il volume verrà presentato agli operatori e al vasto pubblico della manifestazione da Antonello Calabrese, Presidente dell’Associazione Watsu Italia, con l’autrice Patrizia Sanvitale e con Giovanni Leanti La Rosa, direttore della Scuola Europea di Massaggio.

L’ultimo nato della collana editoriale “Mestieri d’Arte”, edita da Marsilio e curata dalla Fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte, affronta un tema particolarmente affascinante e in modo del tutto inedito: l’arte della mano che cura, riabilita e dà benessere in molti, straordinari modi, raccontata da alcuni dei suoi più illustri protagonisti.

Trenta ritratti. Trenta interviste. Trenta maestri nell’arte del massaggio che, dialogando con Patrizia Sanvitale, giornalista e sociologa, raccontano le tecniche di un mestiere antico e quasi magico, forte di tradizioni arcaiche e di declinazioni nuovissime.

Attraverso i racconti coinvolgenti delle esperienze e dei saperi sviluppati nel corso degli anni, alcuni “guru” del benessere ci aiutano a ripercorrere le tappe di un’umanità perduta, di un rapporto di comunicazione e fiducia con gli allievi, i clienti e tutti coloro che attraverso il contatto ricercano aiuto e comprensione ma anche pazienza, tenacia, serietà nel lavoro, generosità, sincerità.

Le declinazioni più originali dei massaggi tradizionali si affiancano a discipline nuove o ancora assai poco conosciute: dalla fisioterapia alla chiropratica all’osteopatia; dallo shiatsu al reiki, dalla tecnica craniosacrale al linfodrenaggio al massaggio Bach e antistress; dal rolfing alla riflessologia al massaggio ayurvedico e ai trattamenti specificamente indirizzati ai bambini, come il massaggio tuina e quello bioenergetico. Senza dimenticare il massaggio estetico. E molte pratiche in cui il tocco si fa più magico e misterioso, connesso a riti e saperi ancestrali, come il massaggio thailandese e californiano, quello inca o berbero, bowtech e neuro-training… Fino al fuori tema della danceability, la danza del cuore.

Le fotografie di Laila Pozzo, architetto milanese e ritrattista raffinata, rendono ogni storia indimenticabile dando un volto ad ognuno di questi maestri e dischiudendone l’intensa umanità.

 

Tags: , , , , , , ,

L’inutilità degli oggetti e l’essenza della vita

Anna è una donna di 92 anni che vive a Trieste in una residenza per anziani. Ha visto la sua casa per l’ultima volta una sera d’inverno del 2004, quando è caduta rompendosi l’osso sacro. Dopo tre mesi di calvario, Anna viene accolta nella struttura in cui ancora si trova: ha con sé una piccola borsa con dentro una vestaglia, due camicie da notte, tre cambi di biancheria e un piccolo beautycase. La porta del suo appartamento si è chiusa dietro di lei per sempre. Addio al pianoforte, agli spartiti di musica, ai ninnoli, alle lenzuola con i pizzi, e addio anche ai manicaretti e al vino rosso che ama tanto. Le figlie le comperano un televisore nuovo, un cellulare, le portano un po’ di vestiti. Amici e allievi le riempiono la stanza di fiori, di piante e di libri. Dopo quasi sette anni, oggi, 2 giugno 2011, Anna possiede ancora pochissime cose e quelle che ha le sembrano troppe.

Annamaria è entrata in convento a 17 anni, rinunciando a ogni cosa. L’armadio della sua stanza contiene un cambio d’abito e di biancheria e sul comodino c’è il libro di meditazione e di preghiere. Annamaria vive felice, glielo si legge negli occhi.

Una sera, lo sguardo fisso alla solita giungla che il National Geographic Channel propone a getto continuo, un pensiero mi sfiora la mente: gli animali selvatici migrano senza valigia. La scoperta dell’acqua calda, come si dice, ma io non ci avevo mai fatto caso, almeno non in termini di rapidità negli spostamenti.

Anna, la mia mamma; Annamaria, la zia di mio marito, hanno in comune con tigri, rinoceronti e gru il senso di libertà che si prova a vivere leggeri. La relazione tra persone e animali può suonare blasfema, ma provo per loro una certa invidia. Arturo, il nostro pastore tedesco nato alle porte di San Diego, aveva portato con sé molti più oggetti quando si era trasferito insieme a noi a Milano: la gabbia con cui aveva viaggiato grande quanto un tavolo quadrato per quattro persone, la ciotola per l’acqua e il cibo (leggi salmone), tre guinzagli con i rispettivi collarini, una museruola d’ordinanza e medicine varie. Oltre, naturalmente, al passaporto, ai documenti di viaggio e agli attestati che lo dichiaravano esente da rabbia e altre malattie canine. By by California, ben arrivato in Italia.

Tutto questo mi è passato per la mente qualche giorno fa leggendo, di Dave Bruno, La sfida delle 100 cose. Come mi sono liberato di quasi tutto. Ho ricostruito la mia vita e mi sono riappropriato della mia anima – l’esperienza di un uomo che ha arricchito la sua vita semplificandola, riducendola cioè a 100 fatidici oggetti – (Tecniche Nuove, Milano, 2001, € 14,90). Dave è un californiano doc, nato a San Diego dove tuttora vive con la moglie, le tre figlie e il cane meticcio Piper. Ha un master in tema di religione e dei suoi risvolti nella vita americana, la passione per il surf, la bici e l’escursionismo, ed è cofondatore della casa editrice ChristianAudio specializzata in audiolibri.

Tags: , , , ,